Cene 2002

PROGRAMMA "CENE ALTROMONDO" EDIZIONE 2002

21 maggio: Ecuador

I bambini delle due Scuole Materne di Martignano inaugurano la terza edizione con sorrisi, foulard e poesie di convivenza. Il sindaco Alberto Pacher e l'assessore Renato Pegoretti lasciano il consiglio per venire a dare il benvenuto alla gente." Solo due ore sono bastate per terminare i circa 500 piatti" afferma Rosa Tapia, leader del gruppo ecuadoriano ed aggiunge "è stato bello perché ci stiamo conoscendo solo ora. In maggioranza siamo donne e siamo qui a lavorare nelle famiglie, nell'assistenza ad anziani ed handicappati". Si vedono molte facce sudamericane (quechua) sotto il tendone e soprattutto molte famiglie trentine per vedere, ascoltare, cercare di capire. Dopo cena canzoni, balli tradizionali e leggende andine.Una quarantina di uomini e donne che nella vita fanno tutti i mestieri regalano un finale davvero unico; si chiamano "Altreterre" e sotto la direzione di Elena Rizzi propongono musica di tutto il pianeta.

22 maggio 2002: Bosnia

La serata sarà ricordata per il bellissimo gruppo di donne bosniache che sono venute appositamente a Trento (su invito dell'Associazione Prijedor) per proporre la loro cucina strabordante di peperoni ripieni, zuppe di cavoli, patate e yogurt e dolci con miele e mele. Il momento più emozionante l'ha regalato il duetto "Balkan gipsy" che in trentino è conosciuto perché ha preparato la colonna sonora del film (di Renato Morelli sulla vita del pittore-pastore Luigi Rocca.) che ha vinto l'ultimo film-festival a Trento.Sotto il tendono si fa spazio perché centinaia di persone, sotto la guida dell'ormai famoso "Barba" Vincenzo, si lasciano condurre lungo percorsi di danze popolari balcaniche.

23 maggio 2002: Argentina

"Molta gente, moltissima gente, ad assaporare "l'asado" (carne alla brace) del grande, grandissimo chef Elvio Serra" scriverà l'ormai mitico conduttore Renzo Grosselli sull'Adige il giorno successivo.La pioggia non frena l'afflusso di gente e si forma una colonna lunghissima che aspetta con incredibile civiltà il proprio turno. Alle 21 il tendone trabocca mentre nel piazzale accanto Elvio Serra prepara quintali di carne alla brace (l'ultimo pezzo uscirà alle 23,00 circa)Sul palco arriva l'Assessore allo sport e politiche giovanili Renato Pegoretti. Premia Danilo Malchande, calciatore mozambicano che ha giocato in diverse squadre dell'eccellenza trentina. Viene premiato anche il Gruppo Sportivo Solteri per le sua capacità d'integrare i giovani stranieri.Un lungo momento di silenzio trascorre sul palco....Poi arrivano due bellissimi ragazzi, Marco Zen e Alessandra Predelli dell'Istituto d'Arte di Trento che aprono lo spazio a Lucia e Antonio de Sarro. "Ed è tango.... un tango maledetto ... che mostra l'anima argentina".Giovani talenti del Liceo Musicale chiudono la serata con canzoni e brani letterari argentini; sono passate le 23.00 ed oltre 300 persone rimangono ad ascoltare in religioso silenzio parole e musiche che riempiono il cuore.

Qualche foto per ricordare