Comune di Trento

Buone Pratiche




Comune : Trento
Indirizzo : Via San Pio X, 48

Sito webwww.ilgiocodeglispecchi.org

Proponente : ATAS Cultura

Titolo del Progetto: Il Gioco degli Specchi

 


Motivazione riconoscimento Progetto Comune di Trento

 

Si è scelto di premiare “Il gioco degli specchi”, progetto interculturale ideato dall’associazione Atas cultura e promosso dal Comune di Trento, per aver saputo utilizzare come strumento di integrazione e di conoscenza le culture di coloro che hanno scelto di vivere in provincia di Trento, facendole conoscere ed apprezzare alla gente locale. Il punto di forza del progetto è certamente quello di aver coinvolto gli stranieri, sia nella realizzazione degli eventi che in veste di scrittori, poeti, attori di varie iniziative tra cui il Festival biennale di letteratura migrante. E' stata premiata l’originalità, la coerenza con il contesto sociale trentino e la capacità di coinvolgimento, sia della comunità straniera che di quella italiana.

Magdalena Luca

 

Descrizione del Progetto

"Il Gioco degli Specchi" è il progetto presentato da A.t.a.s. Cultura che figura tra i premiati dell’edizione 2005 di integrAzione.
Nato da un’idea dei volontari dell’Associazione Trentina Accoglienza Stranieri, il “Gioco degli specchi” ha preso avvio nel 2002. Da allora il progetto è proseguito continuativamente ed è tuttora in atto tanto che, dal 2004, il Comune di Trento l’ha assunto come propria politica per l’intercultura. In questa chiave l’assessorato alla Cultura, pari opportunità e solidarietà internazionale del Comune di Trento è il partner progettuale principale di A.t.a.s. Cultura nell’organizzazione delle attività.
Con il preciso intento di mettere in comunicazione e di promuovere la conoscenza reciproca tra immigrati e cittadinanza trentina, il progetto utilizza la letteratura, il cinema e gli incontri diretti tra piccoli gruppi di persone per promuovere l’incontro, il dialogo e il fare insieme.
Nel fare questo i principali soggetti che mira a coinvolgere sono le scuole, le associazioni, i media e i singoli cittadini spingendoli a partecipare ed a condividere qualche loro particolare iniziativa o esperienza.
L’attività ordinaria, che si sviluppa normalmente durante tutto l’arco dell’anno (incontri con autori e studiosi, letture pubbliche, spettacoli, laboratori, mostre), è scandita da due eventi biennali che si sono dimostrati capaci di catalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica locale e di tutta la cittadinanza: il Festival di letteratura migrante ed una Rassegna cinematografica che riprende i temi caratterizzanti del progetto.
Il successo dell’iniziativa, e quindi anche il suo merito, si possono vedere non tanto nel comunque numerosissimo pubblico richiamato, quanto nell’effettivo legame e dialogo promosso nella cittadinanza. I molti cittadini accorsi hanno fatto sì che fosse la città stessa a divenire parte attiva della manifestazione rafforzando la rete degli individui attenti alle tematiche proposte dall’iniziativa. Dal punto di vista delle comunità straniere, il progetto ha prodotto un crescente stimolo a riunirsi in associazioni che si attivano autonomamente in progetti collaterali alla manifestazione. E’ vissuta da loro con emozione la possibilità di parlare di sé, della propria storia personale e nazionale, della propria lingua e tradizioni.
Con questo progetto sono state costruite delle situazioni che hanno fatto sentire valorizzata la presenza in Trentino delle comunità di immigrati.

Scarica il progetto: 

Comune di Trento 35.44 KB 933

Rete Tucum Logo

finestra-donazione

Proposta di soggiorno