Cosa succede in Brasile?

L'evoluzione del continente Brasile

Di seguito il materiale che ci può aiutare a capire cosa sta succedendo oggi in Brasile.

Se pensi di avere dei documenti interessanti mandali a info@tremembe.it che li pubblicheremo volentieri.

La «bomba» del generale Mourão e il ritorno in scena dei militari brasiliani

Nuovo Manifesto - 23 Settembre 2017

52.78 KB 32
Il Brasile schiera l’esercito sul fronte della Rocinha

Nuovo Manifesto - 23 Settembre 2017

493.17 KB 30
Ma che occasione, ma che affare..

Unimondo - Settembre 2017

428.13 KB 23
La nostra storia non è iniziata nel 1988

www.unimondo - Settembre 2017

351.32 KB 43
Vladimir primo

Eastwest - Gennaio 2017

2.38 MB 327
Nota del MST su Dilma Roussef

MST - 12 maggio 2016

224.99 KB 483
Mentre il senato vota

Marcello Lavenere - 5 Maggio 2016

129.75 KB 446
La tengentopoli del Brasile

L'Adige - 23 aprile 2016

285.32 KB 487
I cambiamenti climatici

Douglas Estevan - 17 febbraio 2016

275.91 KB 543
Una legge che criminalizza gli adolescenti

Antonio Vermigli - 6 febbraio 2016

228.5 KB 514
Il debito brasiliano spazzatura

Economia e finanza - 10 settembre 2015

50.19 KB 597
Brasile il gigante dai piedi di argilla

Armando Stefani - 20 agosto 2015

358.51 KB 570
Brasil é primeiro lugar em exploração sexual na América Latina

Claudiane Lopes - 17 agosto 2015 

90.63 KB 611
Brasile un gigante KO

Espresso - 26 maggio 2015

291.55 KB 577
Non basta un'olimpiade per salvare il Brasile

Espresso - 26 maggio 2015

492.1 KB 498
A San Paolo del Brasile manca l'acqua

Espresso - 26 maggio 2015

239.83 KB 459
La VALE della morte

di Joao Pedro Stedile 2015

469.31 KB 450
Identikit del mondiale brasiliano

Manifesto - 7 giugno 2014

49.3 KB 851
L'ultima partita

Il Manifesto - 7 giugno 2014

48.04 KB 766
Maledetto Maracanazo. La tragedia nazionale che fece piangere tutti

Il Manifesto - 7 giugno 2014

49.05 KB 726
Il Brasile raccontato dai muri

Il Manifesto - 7 giugno 2014

138.02 KB 784
Ocupa la copa. Il prezzo dello show

Il Manifesto - 7 giugno 2014

49.71 KB 757
Quelli che stanno sotto alzano il ritmo. E Dilma raddoppia

Il Manifesto - 7 giugno 2014

49.3 KB 748
Saldanha il calcio è una scelta di campo

Il Manifesto - 7 giugno 2014

58.46 KB 747
Socrates, colpo di tacco con la testa

Il Manifesto - 7 giugno 2014

45.68 KB 740
Un mese di futebol, amore e rabbia (scusa Neymar)... Il fuorigioco più bello del mondo

Il Manifesto - 7 giugno 2014

46.5 KB 779
Capitalismo creatore di povertà

l'Adige - 7 aprile 2014

241.45 KB 732
Sem Terra - Ritorna João Pedro Stèdile l Adige - 2 aprile 2014 226.15 KB 727
Gli errori di Dilma Rousseff

Rogério Furquim Werneck - O Globo - 28 giugno 2013

1.05 MB 1115
Sprechi e corruzione per la Coppa del mondo

Natalia Viana e Marina Amaral - The Nation - 28 giugno 2013

2.21 MB 1227
Le nuove forme della protesta globale

Peter Beaumont - The Observer - 28 giugno 2013

2.36 MB 1041
Il Brasile non sogna più

Jeans Gluesing - Der Spiegel - 28 giugno 2013

3.33 MB 1163
Nella repubblica delle baiane Qui Trentino - marzo 2010 108.27 KB 718

Per capire la vittoria di Dilma Rousseff, presidente del Brasile

di Leonardo Boff

In questa tornata elettorale presidenziale, brasiliani e brasiliane si sono confrontati come se rappresentassero la scena biblica descritta dal Salmo n°1: si doveva scegliere tra due vie, una che rappresentava il successo e la felicità possibile, l’altra l’insuccesso e l’infelicità evitabile.

Erano state create tutte le condizioni per una tempesta perfetta con distorsioni e diffamazioni, diffuse nella grande stampa e nei media popolari, soprattutto una rivista che ha offeso gravemente l’etica giornalistica, sociale e personale pubblicando falsità per danneggiare la candidata Dilma Rousseff. Dietro a questa rivista albergano le élites più retrograde che si impegnano a difendere i loro privilegi piuttosto che far partecipare tutti ai diritti personali e sociali.

 

Leggi tutto...

È successo ancora

È successo ancora.

La leader Guarani Marinalva Manoel è stata pugnalata a morte dopo aver compiuto un viaggio di 1000 km per raggiungere Brasilia e chiedere al governo di riconoscere i diritti territoriali del suo popolo. Aveva 27 anni. Il suo corpo è stato ritrovato sul ciglio di una superstrada.

Leggi tutto...

Brasile: potenza ed impotenza

Loris Zanatta, docente di storia dell'America Latina all'Università di Bologna e autore di numerosi studi in Italia e all'estero.
Cliccando su "PLAYLIST"  si possono ascoltare tre video-lezioni di circa 35 minuti l'una, attraverso le quali ricostruire la storia del Brasile dall'indipendenza (1822) ai nostri giorni.

 

Riprese e video a cura del Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale

O POVO ACORDOU!

di Suor Miriam - 5 luglio 2013

cari amici,
questo montaggio di immagini vi illustra il clima che stiamo vivendo in Brasile in questi giorni, qualcosa di inedito in un popolo che consideriamo sempre troppo rassegnato di fronte alle enormi contraddizioni di questo gigante che è il Brasile. Ma ora tutti sono scesi in piazza,

Leggi tutto...

Il significato e le prospettive delle mobilitazioni di strada

Intervista con João Pedro Stedile , Brasil de fato, 24 giugno 2013 

Leggi tutto...

Dietro le manifestazioni di massa

di Marcelo Barros - 23 giugno 2013

Per chi cerca una società più giusta, è fonte di allegria e entusiasmo vedere il popolo andare in strada, non solo
per il carnevale e le partite di calcio, ma anche per esprimere la sua insoddisfazione rispetto a diversi aspetti del
paese. Evidentemente, nessuna persona di buon senso è favorevole ad atti di vandalismo e violenza. Tuttavia, è
sempre più chiaro che tali abusi sono compiuti da individui estranei alle manifestazioni.

Leggi tutto...

Le manifestazioni e la torre d'avorio

di Frei Betto - 22 giugno 2013

Le recenti manifestazioni di strada in Brasile hanno sorpreso i governi – dei comuni, degli stati e il governo
federale. Le autorità, perplesse, si interrogano: come è possibile? Chi sta dietro tutto questo? Chi li controlla? E
reagiscono con l’unica e sciagurata lezione appresa in 21 anni di dittatura: la repressione poliziesca.
Le nostre autorità si barricano nella torre d’avorio. Come se il Brasile fosse un pianeta distante da questo orbe
terrestre nel quale dovunque esplodono manifestazioni di strada, da Occupy Wall Street a Piazza Tahrir al Cairo,
dalla periferia di Parigi a Piazza Taskim a Istambul.
La domanda “che ci sarà dietro?” troverebbe una risposta se

Leggi tutto...

Rete Tucum Logo

finestra-donazione

Proposta di soggiorno